biografia    opere    personali    rassegne    recensioni    bibliografia    news    album    contatti

                                                                                                                                                                            

Ritorna all' indice delle  RECENSIONI

 

 

        Toti Carpentieri

 

CARMINE DI RUGGIERO

 

A fondamento del lavoro pittorico di Carmine Di Ruggiero v'è l'oggettivazione del discorso estetico,

intendendo con tale frase la volontà di restituire al simbolo la sua essenza visiva.

Ed infatti, l'elemento formale diviene timbro, liberandosi parzialmente dalla struttura, e costruisce nella

progressiva variazione della sua percettibilità una sorta di superficie estetica che però non diviene (e non lo

è in partenza) asettica, nella sua accezione lessicale.

La presenza geometrica (rigorosamente costruita) è razionale nel suo momento genetico e tende a definire

un elemento come realtà ma anche come possibilità di spazio: fondamentalmente, è un certo

ragionamento strutturale che potrebbe trovare i prodromi in alcune presenze americane ben evidenti, anche

se il processo costruttivo si libera dal pragmatismo, che non ci è congeniale, divenendo rapporto

indeterminato nella verifica di una realtà ottico-percettiva. Ed il segno si articola nella sua progressiva

libertà di fruizione in una maniera tale da mettere in evidenza come la localizzazione dell'esigenza estetica

nella limitazione superficiale del quadro, sia soltanto illusoria, in quanto l'opera è aperta, e nella sua

struttura (costruzione quindi) e nella sua leggibilità anche e soltanto come atto estetico, o alternativamente

ludico.

Successivamente. Di Ruggiero, esaspera il discorso spaziale pervenendo alla costruzione del simbolo,

facendo si che la figura diventi oggetto: a tal punto risulta evidente anche la non necessità del

policromatismo che si annulla nella percezione del bianco come colore ibernato.

E la percezione delle cose diviene totale sia come giustificazione che come capacità di lessico.

 

Toti Carpentieri

Arte Duemila

Milano, maggio/giugno 1973

 

 

                                                                                           

                                                       biografia    opere    personali    rassegne    recensioni    bibliografia    news    album    contatti

                                                                                                                                                                               

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità e non si può quindi considerare un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7.3.2001.

 

I diritti, i nomi, i marchi e i banner riprodotti in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

Le immagini, anche se non coperte da copyright, sono di proprietà dell'autore e di quanti altri ne abbiano  legalmente diritto.

 

 

 

Questo sito si occupa esclusivamente di eventi legati all'attività artistica e professionale di Carmine Di Ruggiero e tutte le foto,

 riprodotte nelle pagine, sono state riprese in eventi ufficiali di pubblica notorietà.

                   Ritorna all' indice delle  RECENSIONI